Le Manifestazioni

Staff Only

21 giiugno 2016 - "VIII Riconoscimento Alberto Caramella" a Elena Salibra

 
Fondazione il Fiore
Comune di Firenze
Biblioteca Pietro Thouar
 
 
VIII Riconoscimento Alberto Caramella
a
Elena Salibra
 
 
Elena Salibra siracusa 2007 lgs
 
 
 
Presentazione del
IX Quaderno della Fondazione il Fiore
Nella punta là in alto dei Clìmiti
Studi per Elena Salibra con
"Nove poesie" inedite
(Edizioni Polistampa, 2016)
 
 
Cover Nella punta Climiti leg
 
 
Interventi
Valentina Fiume, Vincenzo Manca
Ernestina Pellegrini, Diego Salvadori
 
la curva
non aveva orizzonte la curva / che ti accompagnava oltre quel limite. / ci stavi andando docile sospesa // alla scogliera alta. eri in cima alla strada / e t'accecava la luce del tramonto / d'autunno. forse aspettavi la luna // all'ultimo quarto che immobilizza i gesti... / un bacio alla punta del faro / ti tolse il respiro quella sera // prima di arrivare all'altra sponda / tra caldi banchi di nebbia. e dire / che c'era un nome scritto nella testata // d'angolo del costruttore - il suo - / che ti guidava aldilà della luce. / ansando abbagliata avanzavi // ma non avevi requie tra le cose / che non sembravano vere
Elena Salibra
  
Proiezione del Film documentario
Un Fiore per Elena
Elena Salibra alla Fondazione il Fiore
 
   
Coordina
Maria Giuseppina Caramella
 
 
 
Martedì, 21 giugno 2016, ore 16.00
Sala dell'Altana della Biblioteca Pietro Thouar
Firenze, Piazza Torquato Tasso n. 3
 
 Info: 055.225074

14 giugno 2016 - Incontro con Giovanni Parrini in occasione della presentazione di "Valichi"

Fondazione il Fiore
Università degli Studi di Firenze
con il Patrocinio della
 Biblioteca Umanistica
 
 
 
Incontro con
Giovanni Parrini
 
in occasione della presentazione di
 
Valichi
(Moretti & Vitali Editori, 2015)
 
 
Cover Valichi 
 
Saluto
Floriana Tagliabue
Direttore della Biblioteca Umanistica
  
Intervengono
Martha Canfield, Ernestina Pellegrini
  
  Coordina
Maria Giuseppina Caramella
 
 
  
Martedì 14 giugno 2016, ore 17.00
Biblioteca Umanistica, Sala Comparetti
Firenze, Piazza Brunelleschi n. 3/4
 

Giovanni Parrini è un poeta che cerca nel visibile la via per l’invisibile, nella finitezza delle cose e nello scorrere del tempo la dimensione dell’infinito. Una ricerca ardua, disseminata di dubbi, di esitazioni, smarrimenti. Gli uomini paiono sperduti in un mondo di cui ignorano il senso e in cui sembra prevalere la legge della sofferenza, che non risparmia nemmeno la materia inerte, o gli oggetti della nostra vita quotidiana, come il lampeggiante di un’autoambulanza che all’improvviso sembra percepire «il volto vero» del fato. Eppure, proprio questo è il compito che Parrini assegna alla poesia: vincere l’aridità del cuore, l’indifferenza dello sguardo, spingersi «nell’oltre delle cose», come recitava il titolo del libro precedente. Questo doppio movimento – della mente che indaga e giunge alla percezione di un nulla cosmico; del cuore che si ribella e s’inoltra per vie nuove, che aprono a una forma più misteriosa di conoscenza – si rispecchia nel movimento strappato dei versi, ora brevissimi ora lunghi, quasi al limite del respiro. Una poesia di natura meditativa e di forte tensione metaforica, che obbliga il lettore a confrontarsi con il significato della vita, a discendere nelle profondità del tempo e della memoria, «affinché – come leggiamo nei versi conclusivi della raccolta – dilaghi l’invisibile nelle nostre evidenze».

                                                                    Giancarlo Pontiggia

  
      banner umanistica Ultimo leg       Fondazione il Fiore Logo leggerissimo          
/